Dicembre 2017
LunMarMerGioVenSabDom
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Calendario Calendario

Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 



La mediocrità esiste?

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

La mediocrità esiste?

Messaggio Da Chiara il Ven 29 Ago 2008, 13:06

Negli anni 30 la filosofa Hanna Harendt scrisse un libro dal titolo "la banalità del male" nel quale evidenzia come gli adrenti al nazismo fossero persone appartenenti a ceti medi, senza infamia e senza lode, con scarsa soddisfazione nella vita professionale e personale, con il bisogno intimo di cercare una via d'uscita a questo intrico del non-senso.

Ovviamente le teorie non sono mai state convalidate, ma io ritengo che questi discorsi siano ancora oggi validi. Cattiveria, superficialità, bullismo, web-trollismo, violenza: sono tutti modi per esprimere un'aggressività repressa.

Pongo qui una domanda, dunque: secondo voi la mediocrità esiste? Avete esempi di persone che ritenete mediocri? Essa porta con sè un surplus di cattiveria?

Ben lungi dal mio intento l'esprimere un giudizio: vorrei solo provare ad analizzare un fenomeno Smile
avatar
Chiara
Amministratori
Amministratori

Femminile
Numero di messaggi : 2757
Età : 36
Località : Milano - Sanremo
Umore : variabile
Data d'iscrizione : 13.03.08

Vedi il profilo dell'utente http://quinonehollywood.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: La mediocrità esiste?

Messaggio Da iris il Ven 29 Ago 2008, 13:47

Io sono una persone un pò mediocre, secondo me tutti siamo un pò mediaocri... Non c'è la "persona perfetta", non c'è mai stata. Tutti abbiamo offeso (web trolls), tutti almeno una volta abbiamo peccato di superficialità anche nel giudicare una semplice azione, credo che una lieve cattiveria sia il pane per sopravvivere in questo mondo. Bullismo e violenza... su questo non sò esprimermi quindi pecco di superficialità e di conseguenza in questo caso sono mediocre. Smile
avatar
iris

Femminile
Numero di messaggi : 1192
Località : casa mia
Umore : come và il vento...
Data d'iscrizione : 07.04.08

Vedi il profilo dell'utente http://itina.style.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: La mediocrità esiste?

Messaggio Da Ginger il Ven 29 Ago 2008, 15:40

Secondo me quello che Chiara (e la Harendt) intendono con "mediocrità" non è tanto la normalità (tutti siamo un po' "normali" in fondo.. ^__^) ma il conformismo, la mancanza di personalità e di spirito critico, il ragionare col cervello degli altri e il comportarsi da pecorone, diciamo.
In questo senso credo che la Harendt possa avere ragione. Se uno non sa usare il proprio cervello è più facile che venga affascinato da persone che, apparentemente, sono leader carismatici e magari sanno come fare presa sulla gente, promettendo un riscatto nella vita.
Spesso queste persone (come nel caso dei regimi totalitari, o dei bulli) agiscono in gruppo, perchè da soli non avrebbero mai il coraggio delle loro azioni. Oppure agiscono da dietro uno schermo, come i web-trolls.
Adesso mi viene anche da pensare (non so se c'entra con questo discorso) che quando avvengono omicidi in famiglia o tra vicini di casa, la prima cosa che la gente dice è "era una persona normale". Per cui secondo me sì, alla fine il male è banale.
avatar
Ginger

Numero di messaggi : 290
Data d'iscrizione : 18.08.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La mediocrità esiste?

Messaggio Da Chiara il Ven 29 Ago 2008, 15:43

Ti stra-quoto. Appena ho un po' pù di tempo aggiungo una piccola riflessione e qualche esempio, ma per il resto non posso dire altro se non di esser pienamente d'accordo con te. Il problema non è la normalità ma il conformismo
avatar
Chiara
Amministratori
Amministratori

Femminile
Numero di messaggi : 2757
Età : 36
Località : Milano - Sanremo
Umore : variabile
Data d'iscrizione : 13.03.08

Vedi il profilo dell'utente http://quinonehollywood.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: La mediocrità esiste?

Messaggio Da iris il Ven 29 Ago 2008, 15:51

Bhè gli esempi riportati sopra non si concentrano sul conformismo. possono essere inseriti in esso...
Comunque riconfermo quanto detto prima. Tutti siamo mediocri o per non offendere, possibili mediocri.
avatar
iris

Femminile
Numero di messaggi : 1192
Località : casa mia
Umore : come và il vento...
Data d'iscrizione : 07.04.08

Vedi il profilo dell'utente http://itina.style.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: La mediocrità esiste?

Messaggio Da Chiara il Ven 29 Ago 2008, 15:58

Ma certo Iris che siamo tutti mediocri anche perchè volenti o nolenti viviamo nella società ed è ovvio che ci sia un livello di conformismo altrimenti diventeremmo o dei terroristi decisi a minare le basi del mondo dal profondo oppure degli asceti in cima ad una montagna oppure entreremmo nella storia del mondo. Eppure ci può essere "personalizzazione della mediocrità" secondo me, vale a dire un tentativo di ribellione interiore che si estrinseca con la capacità di essere sè stessi in un mondo che ci vorrebbe tutti cloni l'uno dell'altro
avatar
Chiara
Amministratori
Amministratori

Femminile
Numero di messaggi : 2757
Età : 36
Località : Milano - Sanremo
Umore : variabile
Data d'iscrizione : 13.03.08

Vedi il profilo dell'utente http://quinonehollywood.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: La mediocrità esiste?

Messaggio Da iris il Ven 29 Ago 2008, 16:07

Bhè stai parlando di miracoli??? Smile Mi piacerebbe credere che nella vita ci si può "dissociare dalla cerchia" però in cuor mio sò che è un'impresa quasi impossibile. Tu puoi darci un consiglio in modo che tutti possiamo seguirlo?
avatar
iris

Femminile
Numero di messaggi : 1192
Località : casa mia
Umore : come và il vento...
Data d'iscrizione : 07.04.08

Vedi il profilo dell'utente http://itina.style.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: La mediocrità esiste?

Messaggio Da Chiara il Ven 29 Ago 2008, 16:10

Iris pensa ai disegni che fai. Non pensi che siano di per sè un qualcosa che ti distacca dalla cerchia rendendoti unica? non ci si dissocia completamente, è impossibile, ma ci sono piccoli stratagemmi quotidiani che ci ridanno un po' di quella personalità che la società ci ruba
avatar
Chiara
Amministratori
Amministratori

Femminile
Numero di messaggi : 2757
Età : 36
Località : Milano - Sanremo
Umore : variabile
Data d'iscrizione : 13.03.08

Vedi il profilo dell'utente http://quinonehollywood.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: La mediocrità esiste?

Messaggio Da iris il Ven 29 Ago 2008, 16:12

Su questo ti dà ragione, ma se la mediocrità è anche "marchio", stanne certa che non te ne puoi liberare.
avatar
iris

Femminile
Numero di messaggi : 1192
Località : casa mia
Umore : come và il vento...
Data d'iscrizione : 07.04.08

Vedi il profilo dell'utente http://itina.style.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: La mediocrità esiste?

Messaggio Da Chiara il Ven 29 Ago 2008, 16:15

In che senso marchio?
avatar
Chiara
Amministratori
Amministratori

Femminile
Numero di messaggi : 2757
Età : 36
Località : Milano - Sanremo
Umore : variabile
Data d'iscrizione : 13.03.08

Vedi il profilo dell'utente http://quinonehollywood.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: La mediocrità esiste?

Messaggio Da iris il Ven 29 Ago 2008, 16:17

Ognuno di noi ha la sua "categoria", "appartenenza"... e chi più ne ha...
avatar
iris

Femminile
Numero di messaggi : 1192
Località : casa mia
Umore : come và il vento...
Data d'iscrizione : 07.04.08

Vedi il profilo dell'utente http://itina.style.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: La mediocrità esiste?

Messaggio Da Chiara il Ven 29 Ago 2008, 16:25

Ma lì secondo me non è questione di mediocrità. Lì secondo me è il tuo "capitale personale" che acquisti per nascita o per educazione e che ti da un'impronta sociale, culturale ed economica di un certo modo. E se ci pensi, anche lì è tutto relativo ....
avatar
Chiara
Amministratori
Amministratori

Femminile
Numero di messaggi : 2757
Età : 36
Località : Milano - Sanremo
Umore : variabile
Data d'iscrizione : 13.03.08

Vedi il profilo dell'utente http://quinonehollywood.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: La mediocrità esiste?

Messaggio Da Ginger il Ven 29 Ago 2008, 21:57

Ma secondo me per "dissociarsi dalla cerchia", come dice iris, basta anche semplicemente usare il proprio cervello e non quello degli altri. Basta informarsi, studiare, farsi una propria idea delle cose e non limitarsi a credere supinamente a cioè che i media o gli altri in generale ci propinano.
Che ne so, un esmpio potrebbe essere quello che dicono i politici. Ci sono un sacco di cose che loro dicono e vogliono che noi crediamo, ma poi basta informarsi un po' meglio e ti rendi conto di quante falsità riescono a sparare. Secondo me è questo il primo passo per evitare le dittature di ogni genere.
Anche per quello che riguarda la vita sociale in generale, se tu hai una tua personalità e dei tuoi interessi, è più difficile che magari finisci in gruppi di bulli o che ti omologhi agli altri.
avatar
Ginger

Numero di messaggi : 290
Data d'iscrizione : 18.08.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La mediocrità esiste?

Messaggio Da iris il Ven 29 Ago 2008, 22:30

Si Ginger ma purtroppo non è sempre facile saper portare avanti una propria idea. Ci sono tanti fattori che ti possono influenzare specialmente in età giovane.
avatar
iris

Femminile
Numero di messaggi : 1192
Località : casa mia
Umore : come và il vento...
Data d'iscrizione : 07.04.08

Vedi il profilo dell'utente http://itina.style.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: La mediocrità esiste?

Messaggio Da berenietzsche il Sab 30 Ago 2008, 11:21

secondo me non siamo tutti mediocri, bisogna distinguere due aspetti: da una parte c'è l' "ambiente culturale" in cui siamo cresciuti, che non si può dire essere "meglio-peggio" in generale degli altri, ma esso è relativo: ci fornisce le direttive per orientarci nella vita dal farci sentire comodi in posizione seduta alle categorie concettuali con cui esperiamo il mondo. per questo livello non c'è molto da fare... esso è condizione della nostra esistenza, i bambini che non crescono in un ambiente sociale dove possono ricevere affetto e concetto è un miracolo se sopravvivono.. (anacoluto!) ogni essere umano sviluppa la propria identità su tali condizioni e ogni società fornisce le sue peculiarità..

l'altro aspetto riguarda come dicevate prima il conformismo: l'adottare acriticamente l'ideale comune perchè il nostro cervellino (abituato - e qui è quasi paradossale - dal nostro sistema sociale a non funzionare) si è inceppato: e qui si inseriscono tutti quegli atteggiamenti studiati dalla psicologia sociale quali pregiudizio, razzismo, effetto alone... il modo, secondo me, per neutralizzare questo conformismo è rendersi conto che il nostro modo di stare al mondo è solo uno tra i tanti e che le cose non devono essere necessariamente così ma un domani potrebbero cambiare...

secondo me per non essere mediocri bisogna essere critici nei confronti del mondo e non accettare come oro colato ciò che fluisce dall'informazione..
avatar
berenietzsche
Amministratori
Amministratori

Numero di messaggi : 974
Età : 32
Data d'iscrizione : 14.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La mediocrità esiste?

Messaggio Da Mortacciis il Sab 30 Ago 2008, 11:35

Ma io mi domando: è così scocciante sentirsi mediocri, appartenere a qualcosa? Io non ci trovo nulla di male.
E tutte le cose che faccio non le faccio per sentirmi diverso da, m anzi li prendo come spunti di aggregazione per confrontarmi, e mi fa piacere trovar gente che fa le mie stesse cose.
Penso che se si inizi a far qualsiasi attività per "dissociarsi" forse non è la passione a spingerti a farla ma proprio la società stessa.
Non me n'è mai fregato niente di esser il diverso o di eccellere, mi basta sapere chi sono ed il viaggio che sto facendo; se durante il cammino trovo gente interessante mi confronterò con loro altrimenti mi basta sapere chi sono per vivere sereno
avatar
Mortacciis

Maschile
Numero di messaggi : 194
Età : 35
Località : San Remo
Umore : determinato
Data d'iscrizione : 28.07.08

Vedi il profilo dell'utente http://mortacciis.spaces.live.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: La mediocrità esiste?

Messaggio Da Chiara il Sab 30 Ago 2008, 11:51

Belle parole Stefano! Smile
Ciò nonostante nell'adolescenza eri uno piuttosto "alternativo". Mi ricordo i tuoi capelli, quando passavi dalla Piazza c'era Luca Lombardi che si faceva il segno della croce Very Happy
Però è normale cercare di dissociarsi nell'adolescenza, ora sarai sicuramente cresciuto Smile
avatar
Chiara
Amministratori
Amministratori

Femminile
Numero di messaggi : 2757
Età : 36
Località : Milano - Sanremo
Umore : variabile
Data d'iscrizione : 13.03.08

Vedi il profilo dell'utente http://quinonehollywood.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: La mediocrità esiste?

Messaggio Da Mortacciis il Sab 30 Ago 2008, 19:40

Ho cominciato a farmi crescere i capelli per la seguente domanda che mi ero posto "ma come starei coi capelli lunghi?"; dopo 5 e passa anni senza presentarmi da un barbiere ne ho avuto la risposta e poi me li son tagliati con tanta tranquillità, non perchè volessi esser definito metallaro.
Semplicemente adoro i miei riccioli, non a caso me li sto facendo ricrescere! Smile
Io non mi dissociavo, semplicemente adottavo la politica di coltivare pochi amici ma bene, cosa non molto produttiva credo, ma è un altro argomento.
Il mio discorso non era riferito al non distinguersi, ma dai motivi che ti spingono a fare quello che fai.
Per me è importantissimo essere e conoscere persone diverse da me, ma non capisco chi lo fa per "dispetto" alla società
avatar
Mortacciis

Maschile
Numero di messaggi : 194
Età : 35
Località : San Remo
Umore : determinato
Data d'iscrizione : 28.07.08

Vedi il profilo dell'utente http://mortacciis.spaces.live.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: La mediocrità esiste?

Messaggio Da Ginger il Sab 30 Ago 2008, 20:45

Io comunque non dicevo che uno deve "distinguersi" per fare dispetto alla società.
Quoto Alessia (stavolta il tuo nome l'ho azzeccato!! Very Happy =
l'altro aspetto riguarda come dicevate prima il conformismo: l'adottare
acriticamente l'ideale comune perchè il nostro cervellino (abituato - e
qui è quasi paradossale - dal nostro sistema sociale a non funzionare)
si è inceppato: e qui si inseriscono tutti quegli atteggiamenti
studiati dalla psicologia sociale quali pregiudizio, razzismo, effetto
alone... il modo, secondo me, per neutralizzare questo conformismo è
rendersi conto che il nostro modo di stare al mondo è solo uno tra i
tanti e che le cose non devono essere necessariamente così ma un domani
potrebbero cambiare...

secondo me per non essere mediocri
bisogna essere critici nei confronti del mondo e non accettare come oro
colato ciò che fluisce dall'informazione..
Secondo me avere spirito critico e far funzionare il proprio cervello è importante. Poi distinguersi non è fondamentale. Io penso di non distinguermi molto dalle mie coetanee, nè per come mi vesto nè per la vita che faccio. Non ho talenti o doti particolari. Però cerco di non farmi condizionare dalla società, non prendo per oro colato ciò che i media ci propinano e mi piace farmi una cultura. Tutto qui.
avatar
Ginger

Numero di messaggi : 290
Data d'iscrizione : 18.08.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La mediocrità esiste?

Messaggio Da ciacco il Lun 01 Set 2008, 11:33

Sono tornata e dall'alto della mia picocla esperienza direi che siamo tutti normali, tutti mediocri (anche quelli straordinari). E per fortuna. Tutti abbiamo più o meno esigenze, desider, paure e bisogni simili, tutti (Anche quellic he più si propongono di essere diversi) abbiamo bisogno di gruppi di riferiemnto, di qualcuno di simile a noi.
Però siamo anche tutti straordinari, ognuno nel suo piccolo o grande spazio e ognuno per le sue capacità.
LA differenza non è quello che si fa nella vita, ma come e perchè. Si può sempre scegliere no? Anche quando sembra che la strada sia segnata (e lo è), si può sempre fare prorpio quel percorso anzichè subirlo.
Ci si può informare, documentare, si può cercare di capire. Non illudiamoci però su qualcosa almeno seguiremo sempre la massa (o la nicchia) perchè non si può sceglere sempre e tutto ragionandoci su approfonditamente e ogni volta (compro il detersivo per piatti verede o blu?), saremo
paralizzati. IL gioco è quello: se ti lasci andare diventano automatici anche i passaggi salienti della vita, quelli su cui si dovrebbe riflettere.
E' per questo che il male è banale, lo è anche il bene se ci pensate.

ciacco

Femminile
Numero di messaggi : 505
Età : 46
Località : Firenze
Umore : sereno grazie
Data d'iscrizione : 10.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La mediocrità esiste?

Messaggio Da Mortacciis il Lun 01 Set 2008, 11:48

a grandi linee la penso allo stesso modo
avatar
Mortacciis

Maschile
Numero di messaggi : 194
Età : 35
Località : San Remo
Umore : determinato
Data d'iscrizione : 28.07.08

Vedi il profilo dell'utente http://mortacciis.spaces.live.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: La mediocrità esiste?

Messaggio Da Ambra il Mar 02 Set 2008, 11:28

..."Aurea mediocritas", così citava Orazio.
E non dava alla parola mediocrità un' accezione negativa.
Intendeva che c'è un "giusto mezzo" tra ciò che è pessimo e ciò che è ottimo, una misura intermedia che permette di godere delle cose senza però eccederne.
Ecco, io mi ritrovo in questa visione della vita.
Per me "mediocrità" è avere misura in tutto quello che faccio, goderne, assaporare sì, ma senza esserne dipendente.
Forse mi ritrovo in questa posizione, perchè non ho mai amato gli eccessi, sono sempre stata molto equilibrata e non ho mai desiderato toccare ne il fondo ne l'apice, per paura di provare emozioni estreme e non avere la forza di uscirne.
avatar
Ambra

Femminile
Numero di messaggi : 362
Età : 37
Località : milano
Umore : stabile
Data d'iscrizione : 15.04.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.wendylla.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: La mediocrità esiste?

Messaggio Da Mortacciis il Mar 02 Set 2008, 14:26

Allora forse, non ti conosco quindi non te la prendere, è una semplice domanda non un'insinuazione, non hai mai avuto una "passione" vera.
Anch'io credo che sia più importante il viaggio che la meta stessa, ma alle volte l'uomo è preda delle passioni e deve bruciare tutto.
Mi viene in mente una bellissima vignetta di purtroppo non mi ricordo più chi che mi ha tormentato per parecchio tempo.
Prima immagine: stanza vuota, un gatto che osserva la sua coda (metafora stupenda)
Seconda immagine: il gatto non ce la fa più e inizia a cacciare la propria estremità
Terza immagine: ce l'ha fatta! la tiene stretta fra le zampe, il sogno di una vita
Quarta immagine (nera, con solo gli occhi visibili): un fumetto con la scritta "ed ora cosa faccio?"

Un po' OT ma mi è venuto alla mente questo ricordo
avatar
Mortacciis

Maschile
Numero di messaggi : 194
Età : 35
Località : San Remo
Umore : determinato
Data d'iscrizione : 28.07.08

Vedi il profilo dell'utente http://mortacciis.spaces.live.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: La mediocrità esiste?

Messaggio Da ciacco il Mar 02 Set 2008, 14:34

Fai un errore MOrtaccis. E mi scuso con MAbra se te lo faccio notare.
MAntenersi nell'aurea mediocritas non significa non avere passioni o non perseguirle, significa cercare di mantenere un minimo di distacco, uin granello di polvere tra te e le cose, governarle epr quanto possibile e non farsene governare, bere dell'ottimo vino e fermarsi un attimo prima non solo di diventare alcoolista, ma anche di ubraicarsi. Insomma poter dire di avere vissuto, e ricordarsi coem, dove e quando.
Non mi sembra male
E non mi sembra nemmeno un caso che quella vignetta ti tormenti: un gatto solo con la sua coda, poteva giocarci una vita e si sarebbe sempre divertito, e invece in 5 minuti si è giocato un meraviglioso passatempo. Un po' come ammazzarsi a 18 anni contro un muro a 200 all'or ala prima volta che prendi al macchina.

ciacco

Femminile
Numero di messaggi : 505
Età : 46
Località : Firenze
Umore : sereno grazie
Data d'iscrizione : 10.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La mediocrità esiste?

Messaggio Da Ambra il Mar 02 Set 2008, 17:59

...Ciacco meno male che esisti! Smack
Hai colto esattamente quello che provo io.

@ Mortacciis:
Tranquillo, si parla senza problemi Smile
cerco di vivere le emozioni, le cose belle e brutte che la vita ci offre ma senza eccedere nel bene e nel male.
Avere piena consapevolezza di quello che si è vissuto e in un certo senso, proprio per questo, averlo vissuto a fondo.
Io vivo tante piccole passioni, non ultima quella per il mio "lavoro" che mi tiene accesa.
Forse è l'intuire che tutte queste piccole intense passioni potrebbero deflagrare in meglio o in peggio che mi mantiene nella mia "aurea mediocritas".
Non voglio bruciare tutto e subito, voglio assaporare ogni cosa che faccio, voglio continuare a rincorrere la mia coda e divertirmi un mondo!
avatar
Ambra

Femminile
Numero di messaggi : 362
Età : 37
Località : milano
Umore : stabile
Data d'iscrizione : 15.04.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.wendylla.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: La mediocrità esiste?

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum