Novembre 2017
LunMarMerGioVenSabDom
  12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930   

Calendario Calendario

Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 



La chinatown milanese

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

La chinatown milanese

Messaggio Da Chiara il Mer 27 Ago 2008, 13:42

A differenza delle altre etnie, i cinesi sono molto autonomi, sorpattutto a milano: hanno il loro quartiere, i loro ristoranti, i loro giri, non sempre cristallini. Recentemente è stato smantellato un albergo clandestino di 50 mq, con 14 ospiti di cui la maggior parte clandestini, che riuscivano a far guadagnare al proprietario 4000 euro mensili. Segue poi un ambulatorio nascosto dentro un'erboristeria, dove è stato trovato addirittura un paziente con flebo al braccio, un istituto di credito clandestino ed una clinica dove si operavano aborti in condizioni igieniche spaventose e al costo di 500 euro. Il tutto è stato scoperto in pochi giorni e in un angolo ben preciso di Milano. Le risorse truffaldine di questo popolo che, diciamolo chiaro, si sa arrangiare, mi lasciano sempre perplessa ....
avatar
Chiara
Amministratori
Amministratori

Femminile
Numero di messaggi : 2757
Età : 36
Località : Milano - Sanremo
Umore : variabile
Data d'iscrizione : 13.03.08

Vedi il profilo dell'utente http://quinonehollywood.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: La chinatown milanese

Messaggio Da Lilly il Sab 30 Ago 2008, 11:10

anche a me lasciano perplessa.... poi devo dire che i cinesi in genere se ne stanno sempre x fatti loro e non si mischiano ad altre etnie...
avatar
Lilly
Moderatori
Moderatori

Femminile
Numero di messaggi : 1040
Età : 36
Località : sono abruzzese ma studio a Perugia
Umore : scherzoso, allegro e divertente
Data d'iscrizione : 02.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La chinatown milanese

Messaggio Da Ginger il Sab 30 Ago 2008, 20:37

Però mi sembra che questo in genere succeda un po' con tutti gli stranieri. In genere la prima generazione non si mischia molto, ma poi già con i ragazzi nati qui cominciano ad integrarsi di più Ad esempio anche a New York c'era Little Italy, che ora da quello che so è abitata soprattutto da cinesi!!!
avatar
Ginger

Numero di messaggi : 290
Data d'iscrizione : 18.08.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La chinatown milanese

Messaggio Da Lilly il Sab 30 Ago 2008, 23:11

pensa un po'!!!! ahahahahhaha Little italy, fa quasi strano a sentirsi...
io ginger questo "esclusivismo" dei cinesi lo noto ovunque, non solo nelle vecchie generazioni, ma anche nei ragazzi erasmus che vengono dalla cina: stanno sempre tra cinesi e si fidanzano con cinesi. Mai visto un cinese con una ragazza italiana. MAI.
avatar
Lilly
Moderatori
Moderatori

Femminile
Numero di messaggi : 1040
Età : 36
Località : sono abruzzese ma studio a Perugia
Umore : scherzoso, allegro e divertente
Data d'iscrizione : 02.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La chinatown milanese

Messaggio Da Chiara il Dom 31 Ago 2008, 12:10

avatar
Chiara
Amministratori
Amministratori

Femminile
Numero di messaggi : 2757
Età : 36
Località : Milano - Sanremo
Umore : variabile
Data d'iscrizione : 13.03.08

Vedi il profilo dell'utente http://quinonehollywood.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: La chinatown milanese

Messaggio Da berenietzsche il Dom 31 Ago 2008, 13:02

forse la storia può aiutarci a capire...

Le sei nazioni più popolose al mondo, esclusa la cina, sono melting pot e si sono unificate in tempi recenti (es. la Russia nel 1582). La cina, la nazione più popolosa al mondo, era già unita nel 221 a.C.!! In cina dalla prima apparizione della scrittura si è sempre usato un solo sistema, mentre in europa ci sono decine di alfabeti diversi. Il mandarino è la lingua più parlata del mondo e gli altri idiomi cinesi sono molto simili al mandarino.

Questa unità linguistica è inaspettata perche le etnie cinesi sono disomogenee e le differenze interne alla cina sono molto più marcate di quelle interne all'europe. Ad esempio i cinesi del nord sono altri robusti chiari di carnagione e dagli occhi più tagliati mentre quelli del sud sono simili ai vietnamiti. anche le condizioni climatiche sno molto differenti.

Con l'unificazione del 221 a.C. la cinesizzazione della cina inizio, e un'unica lingua si diffuse a macchia d'olio andando a sostituirsi alle lingue originarie delle diverse zone. Addirittura, il primo imperatore della cina (dinastia Qin) fece bruciare tutti i testi scritti nelle epoche precedenti...

quella della cina fu prima di tutto una vera e propria unificazione linguistica...
avatar
berenietzsche
Amministratori
Amministratori

Numero di messaggi : 974
Età : 32
Data d'iscrizione : 14.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La chinatown milanese

Messaggio Da Ginger il Dom 31 Ago 2008, 19:35

Io a dire la verità penso (poi magari è un mio pregiudizio...) che in parte il loro restare sempre tra di loro sia dovuto anche ad una certa chiusura mentale. In fondo il regime comunista non favorisce molto l'apertura mentale, per cui è anche normale che quando loro si trovano in altri paesi non riescano ad interagire con la società e la cultura in cui si tovano.
Tuttavia come ripeto questo atteggiamento non è tanto strano. Anche noi italiani quando andiamo all'estero, tipo per vacanze studio o simili, tendiamo sempre a stare tra di noi, e anche in altri paesi vi sono le varie comunità abitate ognuna da un "popolo" diverso. Per cui credo che nel caso dei cinesi sia un po' l'insieme di questi due fattori.
avatar
Ginger

Numero di messaggi : 290
Data d'iscrizione : 18.08.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La chinatown milanese

Messaggio Da Lilly il Dom 31 Ago 2008, 20:42

Infatti la cina prese il suo nome dalla dinastia qin (che si legge CIN), in cui l'imperatore Qin shi-huang-di unificò la Cina nel 221 a.C.

Comunque credo che ginger abbia ragione, in parte sarà anche il comunismo che li "frena".
Però è anche vero che storicamente la Cina è stata sempre un po' isolata, o meglio si isolava da sola xchè si riteneva superiore, fino a quando si è trovata impreparata di fronte alle aggressioni.
avatar
Lilly
Moderatori
Moderatori

Femminile
Numero di messaggi : 1040
Età : 36
Località : sono abruzzese ma studio a Perugia
Umore : scherzoso, allegro e divertente
Data d'iscrizione : 02.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La chinatown milanese

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum