Agosto 2017
LunMarMerGioVenSabDom
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031   

Calendario Calendario

Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 



Perchè i ragazzi della nostra età non rieescono a crescere?

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Perchè i ragazzi della nostra età non rieescono a crescere?

Messaggio Da alphafarfallina il Sab 19 Lug 2008, 13:41

tutti parlano di questa cosa..io onestamente credo che la nostra generazione sia diversa rispetto a quella che ha fatto coniare lo stereotipo del "trentenne" mammone disimpegnato ecc

i m iei coetanei li vedo annaspare, e meglio scappare da questo paese

del resto arrivi a 25 anni con una laurea se ti va bene prendi lo stesso stipendio di un commesso

vorrei dire,chiara tu sei stata fortunata perchè ti hanno regalato la casa,ma pensa a quanti miei amici sono laureati in tempo,con ottimi voti e prendono 500 euro al mese,anche se sono alla soglia dei 30 anni come possono pensare di uscire di casa? che cosa devono fare?non si tratta di non voler crescere ma sono problemi oggettivi, se la famiglia non ti aiuta da soli è difficile e devi fare dei sacrifici che a mio avviso in un paese che si proclama europeo nel 2008 non sono tollerabili.

secondo me ormai non si tratta più di una questione psicologica, tutti apprezzano la libertà e vorrebbero essere indipendenti ma ora come ora NON SI RIESCE in questo paese.

Quanti miei amici sono scappati da qui e ora vivono all'estero dove hanno potuto costruirsi una vita dignitosa da persona adulta senza dover avere sempre il pensiero di non arrivare a fine mese?

credo che dovremmo smettere con questi stereotipi, la nostra situazione (e non solo nostra ma anche di persone ben più grandi di noi) è difficile, non siamo più gli smidollati della generazione precedente.
avatar
alphafarfallina
Moderatori
Moderatori

Femminile
Numero di messaggi : 281
Località : nello spazio
Data d'iscrizione : 02.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè i ragazzi della nostra età non rieescono a crescere?

Messaggio Da Chiara il Sab 19 Lug 2008, 13:44

Beh questa casa non è mia .
Mio padre ha comprato x fare un investimento .
Forse me la intesterà, forse no, ma è sua cmq e gli pago l'affitto (anche se simbolico)
E cmq anche io dopo la laurea mi sono arrabattata con stage cose così al punto da farmi venire un esaurimento nervoso
Adesso è una fase in cui ho messo da parte un po' di ideali e penso alla carriera
è sbagliato?
non lo so
è che vorrei che i miei fossero orgogliosi di me, ecco
avatar
Chiara
Amministratori
Amministratori

Femminile
Numero di messaggi : 2757
Età : 35
Località : Milano - Sanremo
Umore : variabile
Data d'iscrizione : 13.03.08

Vedi il profilo dell'utente http://quinonehollywood.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè i ragazzi della nostra età non rieescono a crescere?

Messaggio Da alphafarfallina il Sab 19 Lug 2008, 13:49

Chiara ha scritto:Beh questa casa non è mia .
Mio padre ha comprato x fare un investimento .
Forse me la intesterà, forse no, ma è sua cmq e gli pago l'affitto (anche se simbolico)
E cmq anche io dopo la laurea mi sono arrabattata con stage cose così al punto da farmi venire un esaurimento nervoso
Adesso è una fase in cui ho messo da parte un po' di ideali e penso alla carriera
è sbagliato?
non lo so
è che vorrei che i miei fossero orgogliosi di me, ecco

beh un affitto simbolico non è un affito pieno a cui devi pensare se no ti buttano fuori di casa Very Happy Al di là dell'intestazione cmq un bilocale in zona genova minimo viene sui 700 euro a doverselo pagare da soli

partire da zero senza nessun aiuto e uscire di casa è molto difficile, non dico non fattibile, ma difficile e non lo trovo giusto perchè negli altri paesi tutti si possono permettere l'autonomia e ci sono un sacco di incentivi per far si che i ragazzi a 20 anni vadano via di casa.

Certo qui si va in condivisione, ma non si può sempre convivere fino a 40 anni.
A meno che di non andare con il proprio partner.
avatar
alphafarfallina
Moderatori
Moderatori

Femminile
Numero di messaggi : 281
Località : nello spazio
Data d'iscrizione : 02.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè i ragazzi della nostra età non rieescono a crescere?

Messaggio Da Chiara il Sab 19 Lug 2008, 13:55

No su questo ti do ragione però ammetterai che noi siamo fortunate. Anche tu alla fine vivi con tua mamma, vai all'università (...non mi metto a dir certe cose sennò poi sembro Marcello Very Happy ) hai le tue passioni, le tue risorse. Il precariato purtroppo è una realtà.

Io stessa ora ho un lavoro ma la sedia mi brucia sotto il c..o comunque sono bel lungi dal considerarmi arrivata, e quelle crisi esistenziali che avevo non dipendevano solo da beppe, ma anche dalla mia difficoltà a trovare uno spazio nel mondo. L'italia è così purtroppo: anche io con una laurea mi sono trovata a cercar fotografie in uno scantinato, non ho retto ... Per fortuna che almeno nessuno ci lascia morire di fame, almeno a me e a te.

Questo però non deve essere un alibi: bisognerebbe usare quello che abbiamo per far del bene ed essere utili per gli altri. Io l'ho fatto e anche se certe cose mi sono tornate indietro come un boomerang voglio continuare a farlo. Voglio meritarmi ciò che ho ...
avatar
Chiara
Amministratori
Amministratori

Femminile
Numero di messaggi : 2757
Età : 35
Località : Milano - Sanremo
Umore : variabile
Data d'iscrizione : 13.03.08

Vedi il profilo dell'utente http://quinonehollywood.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè i ragazzi della nostra età non rieescono a crescere?

Messaggio Da alphafarfallina il Sab 19 Lug 2008, 14:03

Chiara ha scritto:No su questo ti do ragione però ammetterai che noi siamo fortunate. Anche tu alla fine vivi con tua mamma, vai all'università (...non mi metto a dir certe cose sennò poi sembro Marcello Very Happy ) hai le tue passioni, le tue risorse. Il precariato purtroppo è una realtà.

Io stessa ora ho un lavoro ma la sedia mi brucia sotto il c..o comunque sono bel lungi dal considerarmi arrivata, e quelle crisi esistenziali che avevo non dipendevano solo da beppe, ma anche dalla mia difficoltà a trovare uno spazio nel mondo. L'italia è così purtroppo: anche io con una laurea mi sono trovata a cercar fotografie in uno scantinato, non ho retto ... Per fortuna che almeno nessuno ci lascia morire di fame, almeno a me e a te.

Questo però non deve essere un alibi: bisognerebbe usare quello che abbiamo per far del bene ed essere utili per gli altri. Io l'ho fatto e anche se certe cose mi sono tornate indietro come un boomerang voglio continuare a farlo. Voglio meritarmi ciò che ho ...



c'è una mia amica che è super pessimista di suo (infatti soffre di depressione) che mi ha detto...secondo me in italia se non hai una famiglia alle spalle che ti aiuta non riesci ad andare da nessuna parte...

non so se è vero, non mi piace quotare queste tesi catastrofiche (beh lei ovviamente ha un bilocale tutto suo in 24 maggio regalato dai genitori Very Happy Very Happy Very Happy )

vedremo che si riesce a combinare però cmq non ritengo giusto che sia un lusso diventare indipendenti Roll poi va beh per esempio il fratello del mio ragazzo ha 28 anni un lavoro di 1000 euro circa e se ne sta ancora a casa attaccato alla mamma, beh in quel caso..nessuna pietà Very Happy Very Happy Very Happy ognuno come dici giustamente deve sfruttare le risorse che ha..per colpa o per fortuna..basta fare qualcosa!
avatar
alphafarfallina
Moderatori
Moderatori

Femminile
Numero di messaggi : 281
Località : nello spazio
Data d'iscrizione : 02.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè i ragazzi della nostra età non rieescono a crescere?

Messaggio Da Lilly il Dom 20 Lug 2008, 00:55

io comunque non intendevo affatto dire che non bisogna dare o avere delle regole. tutt'altro!!!! credo che avere una educazione, sapere cosa si può e non si può fare, sapere qndo bisogna dire grazie e x favore sia importantissimo. Non intendevo dire che ognuno deve fare il comodo suo. Volevo solo dire che ognuno deve cercare la propria strada, perchè sono convinta che ognuno è portato x qualcosa e credo sia molto bello lottare x qualcosa che si ama, se lo si riesce a trovare dentro se stessi.

di gente che a una certa età se ne sta ancora a casa ne conosco tanta ma personalmente non me la sento di giudicare perchè ognuno ha i suoi motivi, dipende...
avatar
Lilly
Moderatori
Moderatori

Femminile
Numero di messaggi : 1040
Età : 35
Località : sono abruzzese ma studio a Perugia
Umore : scherzoso, allegro e divertente
Data d'iscrizione : 02.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè i ragazzi della nostra età non rieescono a crescere?

Messaggio Da bradipa il Dom 20 Lug 2008, 13:28

io credo che concorrano diversi fattori al riguardo e credo che l'innalzamento costante del costo della vita abbia un ruolo non indifferente.... se non hai nessuno che ti aiuti e vuoi studiare allora è davvero un gran casino, io sono stata costante con i miei studi anche perchè ho potuto, perchè cmq sia ho sempre avuto qualcuno che mi aiutasse...
un appunto... all'estero (francia, germania, europa del nord...) i ragazzi studenti sono davvero aiutati, indi per cui risulta essere molto più semplice "liberarsi" dell'aiuto del genitori. in canada (anche se non è europa) per esempio lo studente universitario è praticamente pagato per studiare....
per quanto riguarda la mancanza di valori forse già avevo accennato il discorso, non possono non esistere valori, i valori cambiano. Un ragazzo di 19 anni di adesso può avere atteggiamenti diversi da quelli che avevo io, ma non significa che non abbiano valori.
avatar
bradipa
Moderatori
Moderatori

Femminile
Numero di messaggi : 237
Età : 35
Località : bradipilandia
Umore : bradipamente lunatica
Data d'iscrizione : 02.04.08

Vedi il profilo dell'utente http://bradiparibelle.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè i ragazzi della nostra età non rieescono a crescere?

Messaggio Da Roberta il Mar 22 Lug 2008, 12:55

alphafarfallina ha scritto:tutti parlano di questa cosa..io onestamente credo che la nostra generazione sia diversa rispetto a quella che ha fatto coniare lo stereotipo del "trentenne" mammone disimpegnato ecc

i m iei coetanei li vedo annaspare, e meglio scappare da questo paese

del resto arrivi a 25 anni con una laurea se ti va bene prendi lo stesso stipendio di un commesso

vorrei dire,chiara tu sei stata fortunata perchè ti hanno regalato la casa,ma pensa a quanti miei amici sono laureati in tempo,con ottimi voti e prendono 500 euro al mese,anche se sono alla soglia dei 30 anni come possono pensare di uscire di casa? che cosa devono fare?non si tratta di non voler crescere ma sono problemi oggettivi, se la famiglia non ti aiuta da soli è difficile e devi fare dei sacrifici che a mio avviso in un paese che si proclama europeo nel 2008 non sono tollerabili.

secondo me ormai non si tratta più di una questione psicologica, tutti apprezzano la libertà e vorrebbero essere indipendenti ma ora come ora NON SI RIESCE in questo paese.

Quanti miei amici sono scappati da qui e ora vivono all'estero dove hanno potuto costruirsi una vita dignitosa da persona adulta senza dover avere sempre il pensiero di non arrivare a fine mese?

credo che dovremmo smettere con questi stereotipi, la nostra situazione (e non solo nostra ma anche di persone ben più grandi di noi) è difficile, non siamo più gli smidollati della generazione precedente.

hai perfettamente ragione...però, capisco che la vita da precario con uno stipendio che non corrisponde al tuo titolo di laurea non è molto bella e soprattutto dignitosa. Ma io sono l'unica, forse, che è decisa a restare in Italia nonostante gli stipendi bassissimi e una vita da cani....e ti spigo subito il perchè: se tutti andiamo via dal nostro paese chi ci resta qui??? Come potrà migliorare il nostro paese se è questo che vogliamo? Alla fine, penso una cosa: è facile lamentarsi, ma è molto difficile essere determinati a restare nel proprio paese e dare un piccolo, seppur piccolo, contributo alla crescita dell'italia. Io ho tante ambizioni, forse rimarranno solo tali, ma ho imparato una cosa in questo anno di università: nulla è impossibile se lo si vuole. Tu dirai: ma che ne sai tu del lavoro se ancora non ce l'hai? hai perfettamente ragione, però....io vorrei avere un curriculum dignitoso magari con master fatti all'estero e poi...vivere in italia perchè è qui che sono nata, perchè è qui che ho le mie radici.....
avatar
Roberta

Femminile
Numero di messaggi : 1144
Età : 29
Località : Marsala(Tp)
Umore : solare
Data d'iscrizione : 06.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè i ragazzi della nostra età non rieescono a crescere?

Messaggio Da Matti-chan il Mar 22 Lug 2008, 13:15

Sono daccordo con alpha ed in parte anche con Roberta.

La situazione lavorativa italiana è disastrosa, hanno fatto di tutto per demoralizzarci e farci rassegnare ad una vita da precari che vanno avanti a rimborsi spese.

A questo punto per chi ha un po' di buon senso e capacità viene naturale scappare dal paese e cercare un lavoro dignitoso all'estero.

E' anche brutto però lasciare allo sbando la propria terra, in cui io vorrei davvero poter vivere.

Cosa fare allora???

io ci ho pensato molto e sono giunto ad una mia conclusione, che probabilmente vale solo per me:

di restare a farsi sfruttare non se ne parla, finchè le aziende avranno persone valide al prezzo di uno schiavo chi le farà cambiare?

Adesso ho lasciato la mia azienda dicendo che gli stipendi non erano paragonabili al valore del mio lavoro. Ho cercato lavoro in Italia e respinto tutte le offerte per lo stesso motivo.

Questa è in fondo la legge del mercato, se la richiesta è tanta ma le risorse sono poche il prezzo si alza. Se chi ha delle capacità, come i laureati, si rifiutasse di lavorare per meno di quello che vale le aziende sarebbero costrette ad alzare gli stipendi.

Uno però per mangiare deve lavorare e se non può farlo in Italia deve cercare in altri paesi.

A settembre andrò in Irlanda e più avanti in Canada, non con l'idea però di passarci la vita, piuttosto di imparare da loro per poi importare in Italia le conoscenze acquisite, soprattutto a livello di diritti del lavoratore, e con la ferma idea di non accettare paghe non eque.

Se lo stato non ci aiuta ma favorisce chi ha il denaro sta a noi farci furbi, e gli italiani dovrebbero essere esperti in questo.

che ne pensate?
avatar
Matti-chan
Moderatori
Moderatori

Maschile
Numero di messaggi : 356
Età : 34
Località : Sanremo
Umore : in genere allegro
Data d'iscrizione : 27.03.08

Vedi il profilo dell'utente http://malavock82.deviantart.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè i ragazzi della nostra età non rieescono a crescere?

Messaggio Da alphafarfallina il Mer 23 Lug 2008, 14:50

Roberta ha scritto:
alphafarfallina ha scritto:tutti parlano di questa cosa..io onestamente credo che la nostra generazione sia diversa rispetto a quella che ha fatto coniare lo stereotipo del "trentenne" mammone disimpegnato ecc

i m iei coetanei li vedo annaspare, e meglio scappare da questo paese

del resto arrivi a 25 anni con una laurea se ti va bene prendi lo stesso stipendio di un commesso

vorrei dire,chiara tu sei stata fortunata perchè ti hanno regalato la casa,ma pensa a quanti miei amici sono laureati in tempo,con ottimi voti e prendono 500 euro al mese,anche se sono alla soglia dei 30 anni come possono pensare di uscire di casa? che cosa devono fare?non si tratta di non voler crescere ma sono problemi oggettivi, se la famiglia non ti aiuta da soli è difficile e devi fare dei sacrifici che a mio avviso in un paese che si proclama europeo nel 2008 non sono tollerabili.

secondo me ormai non si tratta più di una questione psicologica, tutti apprezzano la libertà e vorrebbero essere indipendenti ma ora come ora NON SI RIESCE in questo paese.

Quanti miei amici sono scappati da qui e ora vivono all'estero dove hanno potuto costruirsi una vita dignitosa da persona adulta senza dover avere sempre il pensiero di non arrivare a fine mese?

credo che dovremmo smettere con questi stereotipi, la nostra situazione (e non solo nostra ma anche di persone ben più grandi di noi) è difficile, non siamo più gli smidollati della generazione precedente.

hai perfettamente ragione...però, capisco che la vita da precario con uno stipendio che non corrisponde al tuo titolo di laurea non è molto bella e soprattutto dignitosa. Ma io sono l'unica, forse, che è decisa a restare in Italia nonostante gli stipendi bassissimi e una vita da cani....e ti spigo subito il perchè: se tutti andiamo via dal nostro paese chi ci resta qui??? Come potrà migliorare il nostro paese se è questo che vogliamo? Alla fine, penso una cosa: è facile lamentarsi, ma è molto difficile essere determinati a restare nel proprio paese e dare un piccolo, seppur piccolo, contributo alla crescita dell'italia. Io ho tante ambizioni, forse rimarranno solo tali, ma ho imparato una cosa in questo anno di università: nulla è impossibile se lo si vuole. Tu dirai: ma che ne sai tu del lavoro se ancora non ce l'hai? hai perfettamente ragione, però....io vorrei avere un curriculum dignitoso magari con master fatti all'estero e poi...vivere in italia perchè è qui che sono nata, perchè è qui che ho le mie radici.....

anch'io vorrei restare qui in Italia perchè è qui che sono cresciuta,ho i miei amici,ci sono le cose a cui sono abituata....è vero che mettendo sul piatto della bilancia le esperienze degli ormai numerosissimi amici che aimè se ne sono andati da qui in cerca di fortuna, le testimonianze negative in termini di adattamento emotivo e culturale si equivalgono con quelle positive, però non so se riuscirei...quando ero più piccola andavo spesso a trovare mio papà in svizzera e restavo anche un mesetto...dopo un po' volevo troppo tornare in Italia, mi mancava...tutto, le persone che vedi sempre, quelle piccole abitudini, uscire di casa e sapere che in un determinato posto c'è quel muro, quella pianta, quell'insegna, i mattoni del pavè, le bancarelle, i vestiti addosso alle persone...è vero che alla lunga ci si abitua a tutto ma quando cresci in Italia credo che sia molto più faticoso adattarsi agli stili di vita di altri paesi, che magari sono anche più internazionali e avanti per certi versi,ma tutto sommato qui si riesce sempre a "sopravvivere", trovi sempre una mano di qualcuno per aiutarti..è tutto diverso.

Più che cambire paese inizierei con il cambiare città,mi piacerebbe inventarmi un lavoro,qualche cosa di nuovo da portare avanti per far crescere il paese che mi ha ospitata fin dalla nascita, sarebbe bello se i giovani invece di piegarsi riuscissero a trovare nuovi modi per costruire una nuova identità al popolo italiano e all'Italia. Il problema è che secondo il mio modestissimo paese ad oggi con il governo che abbiamo di speranza ce n'è davvero poca e personalmente come italiana mi sentirei umiliata ad essere rappresentata da partiti come la lega...Secondo me non c'è nessuna volontà in alto di portare avanti il paese, che cosa possiamo costruire di duraturo così..da soli? aiutare il paese non può voler dire piegarsi a lavori ingiusti e mal pagati.

Resta il fatto che cmq l'autonomia è molto difficoltosa per una persona della nostra età che deve fare tutto da sola Stordita
avatar
alphafarfallina
Moderatori
Moderatori

Femminile
Numero di messaggi : 281
Località : nello spazio
Data d'iscrizione : 02.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè i ragazzi della nostra età non rieescono a crescere?

Messaggio Da Roberta il Mer 23 Lug 2008, 16:50

io sono d'accordo con te, matti, quando dici che andrai all'estero per fare esperienza, imparare nuove tecniche per poi importarle in Italia. Anche questa è una mia ambizione...perchè credo che se l'italia va male dobbiamo impegnarci un pò tutti, nel nostro piccolo, a risollevarla un pò......lo so che, come dice alpha, è il governo che non vuole mandare avanti il paese. Ma da molto tempo è così...io penso una cosa a proposito di ciò: il futuro del paese siamo noi, e allora....lottiamo per quello che desideriamo! Lottiamo per le nostre ambizioni.....so che non è una parola, ma intanto...con i piccoli passi potremo riuscirci.
avatar
Roberta

Femminile
Numero di messaggi : 1144
Età : 29
Località : Marsala(Tp)
Umore : solare
Data d'iscrizione : 06.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè i ragazzi della nostra età non rieescono a crescere?

Messaggio Da alphafarfallina il Gio 24 Lug 2008, 12:39

Roberta ha scritto:io sono d'accordo con te, matti, quando dici che andrai all'estero per fare esperienza, imparare nuove tecniche per poi importarle in Italia. Anche questa è una mia ambizione...perchè credo che se l'italia va male dobbiamo impegnarci un pò tutti, nel nostro piccolo, a risollevarla un pò......lo so che, come dice alpha, è il governo che non vuole mandare avanti il paese. Ma da molto tempo è così...io penso una cosa a proposito di ciò: il futuro del paese siamo noi, e allora....lottiamo per quello che desideriamo! Lottiamo per le nostre ambizioni.....so che non è una parola, ma intanto...con i piccoli passi potremo riuscirci.

il problema sono anche quelle persone che di fronte alle difficoltà ricorrono a vie disoneste per guadagnare...per esempio sapete quanta gente giovane c'è che fa traffico di droga? gente insospettabile,che magari ha un lavoro normale una famiglia e poi sottobanco vende droga Roll
avatar
alphafarfallina
Moderatori
Moderatori

Femminile
Numero di messaggi : 281
Località : nello spazio
Data d'iscrizione : 02.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè i ragazzi della nostra età non rieescono a crescere?

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum