Luglio 2017
LunMarMerGioVenSabDom
     12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31      

Calendario Calendario

Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 



Il potere dei cinesi

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Il potere dei cinesi

Messaggio Da Chiara il Mer 09 Lug 2008, 12:12

L'economia cinese è sempre più un danno per quella italiana.
I loro negozi proliferano ovunque.
Stessi capi che trovi nei negozi, materiali scadentissimi.
E sempre più allarme.
Perchè la gente compra dai cinesi?
Io non ce la faccio davvero.
Ho comprato una t-shirt una volta ed è durata 10 minuti ...
avatar
Chiara
Amministratori
Amministratori

Femminile
Numero di messaggi : 2757
Età : 35
Località : Milano - Sanremo
Umore : variabile
Data d'iscrizione : 13.03.08

Vedi il profilo dell'utente http://quinonehollywood.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il potere dei cinesi

Messaggio Da iris il Mer 09 Lug 2008, 12:16

mai fatto in vita mia e nella mia famiglia non sopportiamo nemmeno l'odore che si respira dentro i negozi: puzza!puzza la merce di roba chimica, non la sopporto.
Purtroppo però lì il prezzo è dimezzato. Ti faccio un esempio.
Più di due anni fa, acquistai un vestitino a 56€ nel negozio dove prima lavorava mia soro.
Accompagnando giorni dopo una mia amica in un negozio targato Cina, lo stesso abito costava 16€. 40€in più e non mi sembrano poche.
Spiegato quindi il motivo.
avatar
iris

Femminile
Numero di messaggi : 1192
Località : casa mia
Umore : come và il vento...
Data d'iscrizione : 07.04.08

Vedi il profilo dell'utente http://itina.style.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il potere dei cinesi

Messaggio Da Chiara il Mer 09 Lug 2008, 12:49

Sto leggendo proprio ora che il Sistema Moda Italia ha appena chiesto le misure di Salvaguardia contro l'import cinese
avatar
Chiara
Amministratori
Amministratori

Femminile
Numero di messaggi : 2757
Età : 35
Località : Milano - Sanremo
Umore : variabile
Data d'iscrizione : 13.03.08

Vedi il profilo dell'utente http://quinonehollywood.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il potere dei cinesi

Messaggio Da Matti-chan il Mer 09 Lug 2008, 13:16

Scusate ma mi fate un po' incazzare!

perchè la gente compra dai cinesi? ve lo dico io perchè:

perchè la fanno pagare quello che vale, cioè pochissimo, e soprattutto perchè l'80% della popolazione non ha i soldi per pagare una maglietta 30€!

Se a questo poi aggiungi che una normale maglietta "italiana" venduta a 30€ viene fabbricata in romania ad un costo inferiore ad 1€ la gente ha ben ragione a cercare mercati alternativi: almeno i cinesi si sfruttano da soli, noi invece sfruttiamo gli altri!

Se davvero il Sistema Moda Italia volesse rilanciarsi e fare concorrenza ai cinesi dovrebbe come minimo:

1) ritoccare i prezzi riequilibrandoli al giusto valore della merce

2) istituire una certificazione DOC di prodotti lavorati totalmente in Italia.

Allora si che avrebbero il diritto di essere tutelati, per come è la situazione adesso hanno solo da stare zitti.

p.s. in questo discorso mi riferisco in particolare alle grandi marche, i piccoli artigiani purtroppo stanno scomparendo e quelli si che andrebbero incentivati perchè sono un bene prezioso da non perdere
avatar
Matti-chan
Moderatori
Moderatori

Maschile
Numero di messaggi : 356
Età : 34
Località : Sanremo
Umore : in genere allegro
Data d'iscrizione : 27.03.08

Vedi il profilo dell'utente http://malavock82.deviantart.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il potere dei cinesi

Messaggio Da iris il Mer 09 Lug 2008, 13:25

non ti incazzare troppo matti Ignore
l'esempio mio mi sembrava più che chiaro.

Per mia scelta, preferisco avere una maglia di buona qualità (non importa ne se siano confezionate in Romania o in Mongolia) che tre cinesi che puzzano sul serio di acidi!
Opinabile o meno non m'importa.
Io compro per la maggior parte made in italy e grazie al cielo ho una sarta che mi cuce quello che disegno.
Loro rovinano l'economia interna!
avatar
iris

Femminile
Numero di messaggi : 1192
Località : casa mia
Umore : come và il vento...
Data d'iscrizione : 07.04.08

Vedi il profilo dell'utente http://itina.style.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il potere dei cinesi

Messaggio Da Matti-chan il Mer 09 Lug 2008, 15:22

Sulle tue scelte personali non ho alcuna rimostranza, per carità, però
tu hai i soldi per farti fare il vestito dalla sarta o comprarti 3
magliette cinesi.

C'è chi deve contare le monete per comprarsi 1 maglietta cinese.

L'economia interna la rovina solo chi gonfia i prezzi.
avatar
Matti-chan
Moderatori
Moderatori

Maschile
Numero di messaggi : 356
Età : 34
Località : Sanremo
Umore : in genere allegro
Data d'iscrizione : 27.03.08

Vedi il profilo dell'utente http://malavock82.deviantart.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il potere dei cinesi

Messaggio Da iris il Mer 09 Lug 2008, 15:28

mi dispiace che ci siano ancora persone che per comprarsi una maglietta devono pensarci più di una volta...
Però ci sono alcuni invece (che conosco)che investono sul mercato cinese solo per avere nell'armadio una quantità considerevole di vestiario. Non lo fanno perchè non hanno soldi, sennò dimmi il motivo per cui buttare via la merce dopo un mese?
Possiamo pensare anche al contraffatto no? loro hanno i loro buon primati in merito...
avatar
iris

Femminile
Numero di messaggi : 1192
Località : casa mia
Umore : come và il vento...
Data d'iscrizione : 07.04.08

Vedi il profilo dell'utente http://itina.style.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il potere dei cinesi

Messaggio Da Matti-chan il Mer 09 Lug 2008, 15:55

Il fatto è che di persone che tirano a campare fino a fine mese non ce ne sono poche, sono la maggioranza degli italiani. E per loro i negozi cinesi sono una necessità perchè quasi non esiste merce italiana alla loro portata.

Se poi uno che di soldi ne ha vuol comprare solo dai cinesi sono fatti suoi.

Quello che voglio dire è che non si può dar la colpa ai cinesi per la crisi del mercato italiano, perchè è proprio il mercato italiano a dare lo slancio alla merce cinese. E non possiamo neanche penalizzarli perchè riescono a tenere i prezzi bassi, gli unici che sarebbero penalizzati sarebbero quelli che sono obbligati a servirsi di quella merce.

Per quanto riguarda il contraffatto è un altro discorso, siamo infatti al di fuori della legalità e quindi non ci sono giustificazioni, anche se non piangerò certo perchè Prada venderà una borsa in meno da 800€

p.s. cmq i primi contraffatori siam sempre stati noi italiani, la Cina è arrivata dopo.
avatar
Matti-chan
Moderatori
Moderatori

Maschile
Numero di messaggi : 356
Età : 34
Località : Sanremo
Umore : in genere allegro
Data d'iscrizione : 27.03.08

Vedi il profilo dell'utente http://malavock82.deviantart.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il potere dei cinesi

Messaggio Da ciacco il Mer 09 Lug 2008, 16:17

Scusate ma non mi reggo: il primo danno per l'economia italiana sono gli italiani. Punto. PErchè se Bottega Veneta vende una borsa (bellissima) a 3000,00 Euro e la fa fare a un cinese che per un lavoro lunghissimo e di grande capacità qual'è quello che ci vuole per intrecciare tutto quel cuoio, non prende nemmeno 150 EUro, è chiaro che il nostro amico ne fa 2...tanto la capacità non gli manca. Se io, che non sono italiano e che dall'Italia voglio portare via un sogno, mi compro una borsa qualsiasi anche e soprattutto di un grande nome, e scopro che è fatta in CIna, mi scoccio assai. Lo sapete che l'unico gruppo della pelle italiana che si affida solo a produttori italiani è Gucci? uno solo tra tanti. Allora che si fa? Forse bisognerebbe cominciare ad essere meno avidi e pagare il dovuto a chi lavora. Poi bisognerebbe cominciare a capire che se quello che conta sono le idee e non le mani...allora bisogna investire su chi le idee ce le ha, perchè un capo, uan borsa, una macchina un qualsiasi prodotto dell'ingegno una volta che è "uscito" è in quanto tale soggetto a copie e non si può fermare questa cosa che è l'unica che ha consentito il progresso umano. Anzi tanto più sarà opaito quanto più è buono. Non si può pensare di avere inventato un modello oggi e di essere gli unici a farlo fino alla fien dei tempi..che fai mi mozzi le mani? Sulla qualità poi....ma che dite? la roba infima è infima anche se il negoziante è italiano da 140 generazioni e la voglio pagare 3 euro non 20 solo perchè, appunto, non è un po' giallino. Se è buona è buona, quello che i cinesi non sanno fare un tubo (o lo sanno fare solo male) è un mito che ci consente di pensare alla sorte "ribalda e ria". MA il mondo è furi di qua
Detto questo io compro tutto da tutti, anzi l'aquilone lo compro più volentieri da un cinese. L'unica cosa che evito è la loro cucina, almeno qua, se riuscissi ad andare in CIna invece, la mangerei

ciacco

Femminile
Numero di messaggi : 505
Età : 46
Località : Firenze
Umore : sereno grazie
Data d'iscrizione : 10.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il potere dei cinesi

Messaggio Da Roberta il Mer 09 Lug 2008, 23:54

ho letto il discorso molto accuratamente e sono d'accordo un pò con tutti: iris ha ragione, ma anche matti. però, nonostante ciò che hai detto è giustissimo, io ti faccio una domanda: ok, la maggior parte di italiani non arriva a fine mese, con tasse, bollette e via dicendo, ma allora se i soldi scarseggiano perchè se ne vanno spesso in pizzeria? o al ristorante? o si comprano le bmw solo per fare gli spacconi??? Alla fine, da ciò ke ho detto si capisce che i soldi per arrivare a fine mese ce li hanno, anche stentando, ma ce li hanno. e ce li hanno anche se si lamentano. ti faccio un esempio proprio "terra-terra" (come si dice qui da me): mio nonno, pensionato fallegname, si lamenta sempre di tasse di luce, gas, bollette di qua e bollette di là, ma alla fine non spende una lira perché:
1- mio zio, avendo un suo orto in campagna, ci porta tutto, dalla frutta alla verdura, dalle patate ai peperoni;
2- siccome in città vive con la mia famiglia nel palazzo, e il suo appartamento è intestato a mio zio, o meglio quando nn ci sarà + il suo appartamento andrà a lui(mio zio), molte volte è mio zio stesso che paga i lavoretti, come ad es. il prospetto nuovo e via dicendo. ma lui continua, imperterrito, a lamentarsi.
figurati ke mio zio gli porta il pollo e il formaggio...lasciamo perdere xkè ho paura di andare OT, ma spero di esser stata chiara.

x ciacco: è giustissimo quello ke dici perchè alla fine in molti negozi i capi sono made in china. infatti, secondo me, la cosa buona e giusta da fare ogni volta è vedere l'etichetta e controllare se il capo è made in italy. sinceramente io nn lo faccio mai, è il mio ragazzo che sta + attento a qst cose.
ma il fulcro del mio discorso è: ma se le persone non si possono permettere certi "lussi" (chiamiamoli così....) xkè fanno APPARIRE altro?? questo proprio nn l'ho mai capito. quando mia madre ha il conto verde sulla carta di credito, me lo dice e io, se volevo comprata qualche cosa(visto ke vivo ancora con loro), aspetto e quando può, se è necessario chiaramente, me lo compra. il mio discorso sarà pure dozzinale ma, a mio parere, rispetta la realtà!
avatar
Roberta

Femminile
Numero di messaggi : 1144
Età : 29
Località : Marsala(Tp)
Umore : solare
Data d'iscrizione : 06.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il potere dei cinesi

Messaggio Da Chiara il Gio 10 Lug 2008, 00:06

Mi sembra un po' qualunquista la prima parte del discorso: una persona spesso si trova davanti ad una scelta e può preferire una serata in pizzeria con amici che un abito firmato, non per questo si deve denigrare.

Anzi: io preferisco questa persona chi non chi compra dal tarocco per sembrar figo o chi (come una persona di style) non va in vacanza per le scarpe di D&G, perchè chi fa così resiste alle pressioni sociali che questa società ci impone e che ci vorrebbe tutti perfetti e tutti uguali
avatar
Chiara
Amministratori
Amministratori

Femminile
Numero di messaggi : 2757
Età : 35
Località : Milano - Sanremo
Umore : variabile
Data d'iscrizione : 13.03.08

Vedi il profilo dell'utente http://quinonehollywood.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il potere dei cinesi

Messaggio Da ciacco il Gio 10 Lug 2008, 10:27

No scusate ma qua il discorso si fa diverso.
Direi in 3:
1) con i miei soldi faccio quelloc he posso e voglio, quindi s enon mi importa delle ferie e preferisco le scarpe sono fatti miei, idem se campo di pane e sale per andare una volta al mese nel mega ristorante o altro. Non capisco cosa c'entri con le difficoltà economiche se non nella misura in cui dovere scegliere implic anon potere fare tutto
2) in Italia tutti si lamentano e chi ha più fiato lo fa più forte. PEr usare una metafora a me hanno sempre detto che quando nel lontano 1966 c'è stata l'alluvione a FIrenze quelli che non hanno avuto niente sono stati coloro che avevano la merda in casa e non potevano andare a chiedere aiuti, cioè i più bisognosi. SOno stata chiara? PErchè altriemtni posso continuare con esempi meno eclatanti ma più recenti. Cerco di non lamentarmi perchè me ne vergognerei. Certo però non posso tacere se vedo sprechi o inefficenze e se sento persone lamentarsi del fatto che prendono poco a fine mese, quando non fanno neinte o, come nel caso di altre persone che scrivono su style (lo dico solo perchè magari è un punto comune), dichiarano che lavorare per vivere è un controsenso visto che se lavori in quelle ore non vivi.
3) i cinesi sono milioni e lavorano. Lo fanno qua e là, per cose in cui si sa che l'attività è loro e per altre in cui si ignora (non c'è solo il tessile o il comparto moda e comunque le regole sono tali che spesso non lo sai comunque neppure lì, per capirsi su quella borsa di Bottega Veneta non c'è scritto made in CHina ed effettivamente la fanno qua, ma sempre cinesi sono). Se lavorano così tanto è segno che il mercato c'è, quiandi al di là delle opinioni personali, non si può dire "andrebbero aboliti" (e scusate la semplificazione). Io sto male se mangio da mac donald's, ma direi che è un problema mio visto che sono sempre pieni. E qui torniamo a quanto dicevo, bisognerebbe smettere di paingersi addosso e cominciare a fare funzionare il cervellino, perchè glia ltri a forza di essere incapaci e cialtroni ci hanno ciucciato (o stanno ) il turismo, sono a buon punto con il comparto moda, di arte non parliamo nemmeno, e di cervelli scientifici poi....allora piangiamo ancora per molto? Io sono sincera, se avessi fatto un altro corso di studi e non fossi vincolata alla legislazione nazionale, me ne andrei.
Starei di merda perchè sono profondamente italiana, ma me ne andrei davvero

ciacco

Femminile
Numero di messaggi : 505
Età : 46
Località : Firenze
Umore : sereno grazie
Data d'iscrizione : 10.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il potere dei cinesi

Messaggio Da alphafarfallina il Gio 10 Lug 2008, 14:42

fintanto che gli italiani non fanno nulla di onesto e al passo con i tempi per contrastarlo non vedo perchè lamentarsi

io non sono razzista contro i cinesi,mentre poi alla fine si respira sempre disprezzo e razzismo tra le righe di chi parla di queste cose,ci sono i bagni di bar famosi e cucine di ristoranti italiani che puzzano,con cuochi e camerieri pagati in nero cifre vergognose solo perchè extracomunitari, la gente benpensante compra felice da zara o hm incurante del fatto che i capi siano oltre di qualità dubbia made in china,romania,turchia ecc per non addentrarsi nel discorso marche tessili che è un vespaio ma chiaramente fa più comodo fare finta di niente per molte persone

alla gente sta bene sempre bene salvare le apparenze

almeno i cinesi non nascondono niente, vendono quello che vendono per quello che è con il prezzo che merita.

Gli italiani finora li vedo solo proporre per esempio capi cinesi a prezzi italiani.

Vorrei poi fare 1 altro esempio..vicino a casa mia c'è un bar che da quando è stato preso in gestione dai cinesi lavora il doppio,sono aperti fino a sera tardi, i cinesi hanno fatto amicizia con gli italiani, si è creato un punto di ritrovo per molte persone,lavorano sodo,certo finchè c'erano gli italiani il bar era sempre chiuso e vuoto, riflettiamo su questo invece di essere sempre sulla difensiva,le cose non accadono mai dal niente.
avatar
alphafarfallina
Moderatori
Moderatori

Femminile
Numero di messaggi : 281
Località : nello spazio
Data d'iscrizione : 02.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il potere dei cinesi

Messaggio Da Chiara il Gio 10 Lug 2008, 15:00

Ma io non ho mai detto che i cinesi non lavorano, anzi, se vai a prenderti il post "noi non siamo le bestie di panama" vedrai che lodo l'operosità e l'autarchia cinese, però ritengo oltremodo che l'italia dovrebbe tutelarsi da queste cose, e farsi un esame di coscienza, per poi capire come arginare questi danni. Spesso piangiamo come i bambini, ci portano via i soldini, ma siamo noi (come paese) i primi artefici di questi danni
avatar
Chiara
Amministratori
Amministratori

Femminile
Numero di messaggi : 2757
Età : 35
Località : Milano - Sanremo
Umore : variabile
Data d'iscrizione : 13.03.08

Vedi il profilo dell'utente http://quinonehollywood.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il potere dei cinesi

Messaggio Da alphafarfallina il Gio 10 Lug 2008, 15:18

Chiara ha scritto:Ma io non ho mai detto che i cinesi non lavorano, anzi, se vai a prenderti il post "noi non siamo le bestie di panama" vedrai che lodo l'operosità e l'autarchia cinese, però ritengo oltremodo che l'italia dovrebbe tutelarsi da queste cose, e farsi un esame di coscienza, per poi capire come arginare questi danni. Spesso piangiamo come i bambini, ci portano via i soldini, ma siamo noi (come paese) i primi artefici di questi danni

non mi riferivo a te ma al tenore dei discorsi che si sentono fare su questo argomento...
certo che è anche colpa nostra,non tutta,però una parte si Roll
avatar
alphafarfallina
Moderatori
Moderatori

Femminile
Numero di messaggi : 281
Località : nello spazio
Data d'iscrizione : 02.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il potere dei cinesi

Messaggio Da Chiara il Gio 10 Lug 2008, 15:21

che poi era vespe di panama e non bestie di panama, mi sono confusa con le bestie di satana Very Happy
avatar
Chiara
Amministratori
Amministratori

Femminile
Numero di messaggi : 2757
Età : 35
Località : Milano - Sanremo
Umore : variabile
Data d'iscrizione : 13.03.08

Vedi il profilo dell'utente http://quinonehollywood.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il potere dei cinesi

Messaggio Da alphafarfallina il Gio 10 Lug 2008, 15:28

Chiara ha scritto:che poi era vespe di panama e non bestie di panama, mi sono confusa con le bestie di satana Very Happy


Laughing
avatar
alphafarfallina
Moderatori
Moderatori

Femminile
Numero di messaggi : 281
Località : nello spazio
Data d'iscrizione : 02.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il potere dei cinesi

Messaggio Da Roberta il Ven 11 Lug 2008, 09:42

Chiara ha scritto:Mi sembra un po' qualunquista la prima parte del discorso: una persona spesso si trova davanti ad una scelta e può preferire una serata in pizzeria con amici che un abito firmato, non per questo si deve denigrare.

Anzi: io preferisco questa persona chi non chi compra dal tarocco per sembrar figo o chi (come una persona di style) non va in vacanza per le scarpe di D&G, perchè chi fa così resiste alle pressioni sociali che questa società ci impone e che ci vorrebbe tutti perfetti e tutti uguali

la mia intenzione nn è quella di denigrare nessuno, figuriamoci! quello ke volevo dire io è che ci sono persone che sperperano dove, a mio avviso, potrebbero invece risparmiare, ma poi si lamentano che ci sn troppe tasse da pagare, che la vita è cara. è chiaro che ognuno spende i soldi come meglio crede....
avatar
Roberta

Femminile
Numero di messaggi : 1144
Età : 29
Località : Marsala(Tp)
Umore : solare
Data d'iscrizione : 06.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il potere dei cinesi

Messaggio Da Lilly il Ven 11 Lug 2008, 18:37

la roba dei cinesi costa poco perchè loro vengono sfruttati: un bambino cinese lavora 12 ore al giorno e guadagna una miseria.
e cmq anche nike, adidas ecc. sono capi made in china o made in vietnam ma invece di venderli al negozio dei cinesi li vendono al centro commerciale.
cmq non è vero che la roba dei cinesi è tutta scadente, alcune cose io ce l'ho da anni. Le scarpe però sono scadenti, soprattutto qle da tennis, ci entra l'acqua dentro.
avatar
Lilly
Moderatori
Moderatori

Femminile
Numero di messaggi : 1040
Età : 35
Località : sono abruzzese ma studio a Perugia
Umore : scherzoso, allegro e divertente
Data d'iscrizione : 02.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il potere dei cinesi

Messaggio Da berenietzsche il Mar 15 Lug 2008, 12:35

immaginiamo che ogni abitante della cina sia un neurone...
avatar
berenietzsche
Amministratori
Amministratori

Numero di messaggi : 974
Età : 32
Data d'iscrizione : 14.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il potere dei cinesi

Messaggio Da Chiara il Mar 15 Lug 2008, 12:38

sto scrivendo proprio in questo momento un articolo secondo i dati di un report: gli E7 (intesi i 7 paesi emergenti nell'economia mondiale, i 4 dell'area BRIC cioè brasile russia cina e india + indonesia turchia e messico) avranno superato il pil dei g8 (italia francia spagna germania regno unito canada usa e giappone)
avatar
Chiara
Amministratori
Amministratori

Femminile
Numero di messaggi : 2757
Età : 35
Località : Milano - Sanremo
Umore : variabile
Data d'iscrizione : 13.03.08

Vedi il profilo dell'utente http://quinonehollywood.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il potere dei cinesi

Messaggio Da Pink il Mar 15 Lug 2008, 13:27

Avete letto gomorra? Nei primi capitoli lo spiega molto bene.
avatar
Pink

Numero di messaggi : 82
Data d'iscrizione : 11.07.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il potere dei cinesi

Messaggio Da Chiara il Mar 15 Lug 2008, 13:31

si si è vero Smile
avatar
Chiara
Amministratori
Amministratori

Femminile
Numero di messaggi : 2757
Età : 35
Località : Milano - Sanremo
Umore : variabile
Data d'iscrizione : 13.03.08

Vedi il profilo dell'utente http://quinonehollywood.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il potere dei cinesi

Messaggio Da Chiara il Mer 16 Lug 2008, 12:53

Ho trovato questo proprio in topic (P.S. non si è accorto nessnuo che stamattina io sto facendo delle ricerche sui sistemi fieristici asiatici e sto trovando tuttaltro??? Very Happy Però I emprove my culture!)

PECHINO: La Cina dichiara guerra ai prodotti interni di scarsa qualità e promette "tolleranza zero" per le aziende che non rispetteranno gli standard minimi di sicurezza. Suona quasi come una minaccia la campagna presentata nei giorni scorsi a Pechino dal vice premier Wu Yi, che per i prossimi quattro mesi dovrebbe passare a settaccio migliaia di presidi produttivi dislocati su tutto il territorio. "Si tratta di un battaglia speciale per assicurare la salute e gli interessi pubblici, salvaguardare il nome del Made in China e difendere l'immagine della nazione" ha sottolineato Yi, da poco messo alla guida della neonata equipe che coordinerà il monitoraggio. A finire nel mirino saranno i prodotti agricoli, alimenti lavorati, prodotti di catering, farmaci, carne, prodotti oggetto di import-export e tutti i beni legati a salute e sicurezza degli individui come giocattoli ed elettronica. Si tratta dell'ovvia risposta del governo ai recenti scandali internazionali, che hanno evidenziato come continuino ad uscire dalla Cina merci pericolose, o almeno non in linea alle normative straniere in materia di sicurezza. È il caso ad esempio del glutine usato in molti alimenti per animali domestici, che in Nord America ha causato la morte per insufficienza renale di alcuni esemplari. Sempre negli Stati Uniti, da ottobre 2006 all'estate 2007 la Food and Drug Amministration (FDA) ha intercettato e bloccato diverse partite di frutti di mare e pesci di provenienza cinese, contaminati da antibiotici e fungicidi. Tuttora d'attualità è lo scandalo Mattel e Fisher Price, che nelle ultime settimane ha acceso le cronache dei giornali in seguito alla spedizione da parte dell'azienda Lee Der di Hong Kong, di una partita di 967 mila giocattoli classificati rischiosi per la salute dei bambini. Notizia che lunedì scorso ha avuto nuovi sviluppi, in seguito all'intervento di Li Changkiang, direttore dell'Amministrazione Generale alla Supervisione Qualitativa, Ispezione e Quarantena cinese, che sottolineato come almeno l'85% dei ritiri di giocattoli (più di 18 milioni di pezzi) ordinato dalla Mattel fosse dovuto a difetti di design riconducibili agli Stati Uniti, mentre solo il 15% dei pezzi sarebbero stati non idonei per l'alta concentrazione di piombo. Dichiarazione che ha aperto nuovi interrogativi sulle effettive responsabilità dello scandalo, ormai uscito dal 'binario' del business per diventare una questione politica.

Sebbene la situazione sia molto complessa, di certo non mancano le negligenze dell'immensa (e sotto certi aspetti incontrollabile) macchina produttiva cinese, riconosciute dallo stesso vice premier pur circoscrivendole a un "esiguo numero di imprese che trasgrediscono la legge, i regolamenti e gli standard cinesi e dei paesi importatori". Allo stesso modo però, alcune responsabilità cadono anche sulla stampa internazionale -- che il vice ministro del commercio Gao Hucheng taccia di protezionismo --, piuttosto avvezza alla gogna mediatica nei confronti della Cina.

Troppi gli interessi in ballo, tali da rendere arduo ogni tentativo di guardare oltre il polverone creatosi, cui il governo di Pechino sta cercando in questi giorni di dare un colpo di spugna risolutivo con l'introduzione di nuove restrizioni. In campo alimentare ad esempio, tutti i produttori avranno l'obbligo di ottenere una licenza entro fine anno (autorizzate finora 12.714 imprese); gli animali dovranno essere macellati in centri designati e gli allevatori scritti in un albo pubblico (6000 allevamenti e 380 mila ettari di pascoli risultano già registrati); previsto il monitoraggio sistematico degli ingrossi di prodotti agricoli; le materie prime base dei prodotti di esportazione dovranno essere preventivamente ispezionate da appositi organi di controllo; i ristoranti e venditori di alimenti al dettaglio dovranno preoccuparsi della provenienza della merce e munirsi di tutte le certificazioni richieste. È stata inoltre presentata una proposta di legge volta a limitare gli incidenti nelle industrie chimiche. Per le imprese saranno obbligatorie periodiche ispezioni alla filiera produttiva, e richiesta l'attuazione di procedure di emergenza standardizzate. Secondo Wu Yi, entro fine anno dovrebbero essere raggiunti tutti gli obbiettivi stabiliti.

Nel tentativo di scrollarsi di dosso le critiche dei media, il governo cinese ha recentemente pubblicato un rapporto sulla sicurezza alimentare, in cui cerca di dimostrare l'infondatezza di molte accuse, o perlomeno di sgonfiarne una parte. "La percentuale di idoneità dei cibi esportati è stata superiore al 99% per diversi anni" si legge, e questo secondo Pechino è stato possibile grazie al sistema di controllo qualità preesistente. Ad entrare nel dettaglio è Luo Yunbo, preside della facoltà di 'Scienze alimentari e ingegneria della nutrizione' alla China Agricoltural University: "il Giappone ha effettuato il 15,7% in più degli esami a campione sul cibo di origine cinese rispetto a qualsiasi altro alimento importato, tuttavia i nostri prodotti sono stati i più conformi (99,42%) seguiti da quelli europei (99,38%) e USA (98,69%)". Un dato che sembra stridere alquanto con i media internazionali, soprattutto considerando che sono gli Stati Uniti in primis ad aver aumentato le importazioni dalla Cina (+28,7% rispetto al 2006), seguiti dall'Unione Europea (+23,6%).
avatar
Chiara
Amministratori
Amministratori

Femminile
Numero di messaggi : 2757
Età : 35
Località : Milano - Sanremo
Umore : variabile
Data d'iscrizione : 13.03.08

Vedi il profilo dell'utente http://quinonehollywood.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il potere dei cinesi

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum