Luglio 2017
LunMarMerGioVenSabDom
     12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31      

Calendario Calendario

Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 



lo sport e la poesia:la leva clcistica della classe'68

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

lo sport e la poesia:la leva clcistica della classe'68

Messaggio Da omar il Gio 18 Set 2008, 01:02

lo so,forse una canzone(Per me,poesia,ma pur sempre canzone)nell'area sport non sarà indicata,ma spero che per un brano come questo si possa fare eccezone.
Perchè qui di sport ce n'è tanto,e meraviglioso.C'è lo sport povero dei campetti di periferia,il cui odore di erba fresca e di terra bagnata nei pomeriggi di primavera ho sempre fisso nella memoria olfattiva,c'è il sogno di diventare qualcuno un domani,c'è la rassegnazione di quelli che"non hanno vinto mai,ed hanno appeso le scarpe a qualche tipo di muro,e adesso ridono dentro a un bar".
E,alla fine,c'è un'emozione.E una speranza.

Uno dei capolavori della poesia(pardon,dellacanzone)italiana...

Sole sul tetto dei palazzi in costruzione,
sole che batte sul campo di pallone
e terra e polvere che tira vento
e poi magari piove.
Nino cammina che sembra un uomo,
con le scarpette di gomma dura,
dodici anni e il cuore pieno di paura.
Ma Nino non aver paura a sbagliare un calcio di rigore,
non è mica da questi particolari che si giudica un giocatore,
un giocatore lo vedi dal coraggio, dall'altruismo e dalla fantasia.
E chissà quanti ne hai visti e quanti ne vedrai
di giocatori che non hanno vinto mai
ed hanno appeso le scarpe a qualche tipo di muro
e adesso ridono dentro a un bar,
e sono innamorati da dieci anni
con una donna che non hanno amato mai.
Chissà quanti ne hai veduti, chissà quanti ne vedrai.
Nino capì fin dal primo momento,
l'allenatore sembrava contento
e allora mise il cuore dentro alle scarpe
e corse più veloce del vento.
Prese un pallone che sembrava stregato,
accanto al piede rimaneva incollato,
entrò nell'area, tirò senza guardare
ed il portiere lo fece passare.
Ma Nino non aver paura di sbagliare un calcio di rigore,
non è mica da questi particolari che si giudica un giocatore,
un giocatore lo vedi dal coraggio, dall'altruismo e dalla fantasia.
Il ragazzo si farà, anche se ha le spalle strette,
questo altro anno giocherà con la maglia numero sette.

omar

Maschile
Numero di messaggi : 162
Età : 34
Località : pistoia
Data d'iscrizione : 31.08.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: lo sport e la poesia:la leva clcistica della classe'68

Messaggio Da Annetta il Gio 18 Set 2008, 01:07

non accostare de gregori alla poesia che sennò s'incazza! ...caratterino! Very Happy
avatar
Annetta

Femminile
Numero di messaggi : 291
Età : 31
Località : sulle 'olline pisane
Umore : badiamo di fa' le 'ose ammòdo eh!
Data d'iscrizione : 25.03.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.pannylane.live.spaces.com

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum